Preciosa y el aire, de García Lorca

Preciosa y el aire – Primer romancero gitano – Federico García Lorca – 1924 – with translation into Italian by Enzo Martinelli 

🇪🇸

Preciosa y el aire

A Dámaso Alonso

Su luna de pergamino
Preciosa tocando viene,
por un anfibio sendero
de cristales y laureles.
El silencio sin estrellas,
huyendo del sonsonete,
cae donde el mar bate y canta
su noche llena de peces.
En los picos de la sierra
los carabineros duermen
guardando las blancas torres
donde viven los ingleses.
Y los gitanos del agua
levantan por distraerse,
glorietas de caracolas
y ramas de pino verde.

Su luna de pergamino
Preciosa tocando viene.
Al verla se ha levantado
el viento, que nunca duerme.
San Cristobalón desnudo,
lleno de lenguas celestes,
mira a la niña tocando
una dulce gaita ausente.

Niña, deja que levante
tu vestido para verte.
Abre en mis dedos antiguos
la rosa azul de tu vientre.

Preciosa tira el pandero
y corre sin detenerse.
El viento-hombrón la persigue
con una espada caliente.

Frunce su rumor el mar.
Los olivos palidecen.
Cantan las flautas de umbría
y el liso gong de la nieve.
¡Preciosa, corre, Preciosa,
que te coge el viento verde!

¡Preciosa, corre, Preciosa!
¡Míralo por dónde viene!
Sátiro de estrellas bajas
con sus lenguas relucientes.

Preciosa, llena de miedo,
entra en la casa que tiene
más arriba de los pinos,
el cónsul de los ingleses.

Asustados por los gritos
tres carabineros vienen,
sus negras capas ceñidas
y los gorros en las sienes.

El inglés da a la gitana
un vaso de tibia leche,
y una copa de ginebra
que Preciosa no se bebe.

Y mientras cuenta, llorando,
su aventura a aquella gente,
en las tejas de pizarra
el viento, furioso, muerde.

🇮🇹

Preciosa e l’aria

La sua luna di pergamena
Preciosa sta suonando
lungo un sentiero anfibio
di cristalli e allori.
Il silenzio senza stelle
fuggendo dalla cantilena,
cade dove il mare batte e canta
la sua notte piena di pesce.
Sulle vette della sierra
i carabinieri dormono
a guardia delle torri bianche
dove vivono gli inglesi.
E gli zingari dell'acqua
per divertirsi innalzano,
rondò di conchiglie
e rami di pino verde.

La sua luna di pergamena
Preciosa sta suonando
A vederla si è alzato  
il vento, che non dorme mai.
San Cristoforo nudo,
pieno di lingue celesti,
guarda la ragazza che suona
una dolce cornamusa assente.

Bimba, lasciami sollevare
il tuo vestito per vederti.
Apri nelle mie dita antiche
la rosa azzurra del tuo ventre.

Preciosa lancia il tamburello
e corre senza fermarsi.
l'omone vento la insegue
con una spada rovente.

Il mare raccoglie il suo mormorio.
Gli ulivi impallidiscono.
I flauti ombrosi cantano
e il dolce gong della neve.

Preciosa, corri, Preciosa,
che il vento verde ti sollevi!
Preciosa, corri, Preciosa!
Guarda da dove viene!
Satiro delle stelle basse
con le sue lingue splendenti.

Preciosa, piena di paura,
entra nella casa che ha
un po' sopra i pini,
il console degli inglesi.

Spaventati dalle urla
arrivano tre carabinieri,
i loro mantelli neri e aderenti
e le calotte sulle tempie.

L'inglese dà alla zingara
un bicchiere di latte caldo,
e un bicchiere di gin
che Preciosa non beve.

E mentre racconta, piangendo,
la sua avventura a quelle persone,
sulle piastrelle di ardesia
il vento, furioso, morde.

Poesia in traduzione

Photo by Nita on Pexels.com

Theirs & Hers — Mindfully Messy

Their lips were different than hers. [Alternative Title: I wish there was a plural male pronoun.]

Theirs & Hers — Mindfully Messy

Their lips were different than hers.


All lips had the same eagerness and desire,

Except mine when they didn’t meet hers.


Her lips were different than theirs.


She met me where I was,

Not devouring past the moment.


After her lips, 

Their lips were distant memories.

Photo by Rodolfo Clix on Pexels.com

Rainbow Tweets #18 – Collective Writing Challenge

🇬🇧 Each week a photo prompt will be provided for you to tell a story in 280 characters or less. Post your little story/entry inspired by the picture in the comments of this post, in the format you prefer (prose, poetry, picture, etc) and using the language of your choice. You can choose to add to an existing story or to start a new entry. This is an experiment around collective writing and micro fiction. Have fun with it!

🇮🇹 Ogni settimana verrà fornita una foto per raccontare una storia in 280 caratteri o meno. Pubblica la tua storia breve ispirata dall’immagine nei commenti di questo post, nel formato che preferisci (prosa, poesia, immagine, ecc.) e nella la lingua che preferisci. Puoi scegliere di aggiungere una storia esistente o iniziare con un nuovo commento. Questo è un esperimento di scrittura collettiva e micro fiction. Buon divertimento!

This week’s picture is:

Photo by Ahmed Aqtai on Pexels.com

Rainbow Tweets #1

Rainbow Tweets #2

Roots and Leaves Themselves Alone, by Whitman

Walt WhitmanLeaves of Grass – Calamus – 1855 – translated from English into Italian by Enzo Martinelli

🇺🇸

Roots and Leaves Themselves Alone

Roots and leaves themselves alone are these, 
Scents brought to men and women from the wild woods and pond-side, 
Breast-sorrel and pinks of love, fingers that wind around tighter than vines, 
Gushes from the throats of birds hid in the foliage of trees as the sun is risen, 
Breezes of land and love set from living shores to you on the living sea, to you O sailors! 
Frost-mellow’d berries and Third-month twigs offer’d fresh to young persons wandering out in the fields when the winter breaks up, 
Love-buds put before you and within you whoever you are, 
Buds to be unfolded on the old terms, 
If you bring the warmth of the sun to them they will open and bring form, color, perfume, to you, 
If you become the aliment and the wet they will become flowers, fruits, tall branches and trees.

🇮🇹

Radici e foglie soltanto sono queste

Radici e foglie soltanto sono queste,
I profumi recati a uomini e donne dai boschi selvaggi e dalla riva dello stagno,
Acetosella del cuore e garofani d'amore, dita che avvincono più strette dei viticci,
Gorgheggi da gole di uccelli nascosti nel fogliame degli alberi quando il sole sorge,
Brezze di terra e d'amore si estendono da rive vibranti sino a voi sul mare vivo, a voi O marinai!
Frutti di bosco addolciti dal gelo e freschi ramoscelli di marzo offerti a giovani che vagano per i campi quando irrompe l'inverno,
Boccioli d'amore disposti davanti a voi e dentro di voi, chiunque voi siate,
Germogli da schiudere secondo i modi di un tempo,
Se recate loro il calore del sole, si apriranno e vi porteranno forma, colore, profumo,
Se diventate alimento e umore diventeranno fiori, frutti, rami alti e alberi.
Photo by Dids on Pexels.com

Poesia in traduzione

Translated Poetry

Rainbow Tweets #17 – Collective Writing Challenge

🇬🇧 Each week a photo prompt will be provided for you to tell a story in 280 characters or less. Post your little story/entry inspired by the picture in the comments of this post, in the format you prefer (prose, poetry, picture, etc) and using the language of your choice. You can choose to add to an existing story or to start a new entry. This is an experiment around collective writing and micro fiction. Have fun with it!

🇮🇹 Ogni settimana verrà fornita una foto per raccontare una storia in 280 caratteri o meno. Pubblica la tua storia breve ispirata dall’immagine nei commenti di questo post, nel formato che preferisci (prosa, poesia, immagine, ecc.) e nella la lingua che preferisci. Puoi scegliere di aggiungere una storia esistente o iniziare con un nuovo commento. Questo è un esperimento di scrittura collettiva e micro fiction. Buon divertimento!

This week’s picture is:

Photo by Retha Ferguson on Pexels.com

Rainbow Tweets #1

Rainbow Tweets #2

Being Beauteous, by Rimbaud

Arthur Rimbaud

Being Beauteous – Les illuminations – Arthur Rimbaud – 1886 – with translations from French into English and Italian by Enzo Martinelli 

🇫🇷  

Being Beauteous

             Devant une neige, un Être de beauté de haute taille. Des sifflements de mort et des cercles de musique sourde font monter, s'élargir et trembler comme un spectre ce corps adoré; des blessures écarlates et noires éclatent dans les chairs superbes. Les couleurs propres de la vie se foncent, dansent, et se dégagent autour de la vision, sur le chantier. Et les frissons s'élèvent et grondent, et la saveur forcenée de ces effets se chargeant avec les sifflements mortels et les rauques musiques que le monde, loin derrière nous, lance sur notre mère de beauté, — elle recule, elle se dresse. Oh! nos os sont revêtus d'un nouveau corps amoureux.             
O la face cendrée, l'écusson de crin, les bras de cristal! le canon sur lequel je dois m'abattre à travers la mêlée des arbres et de l'air léger!    

🇬🇧

Being Beauteous

In front of a snowfall, a high-sized Beauty Being. Whistles of death and circles of muffled music make this adored body rise, widen and tremble like a specter; scarlet and black wounds erupt in the superb flesh. The colours of life darken, dance and emerge around the vision, on the site. And the chills rise and rumble and the frenzied flavour of these effects is charged with the deadly whistles and the raucous music that the world, far behind us, launches on our mother of beauty, - she recoils, she rises. Oh! our bones are coated with a new loving body.
O the ashy face, the horsehair crest, the crystal arms! the cannon on which I must fall through the melee of trees and light air!

    

🇮🇹

Essere belli

Di fronte a una nevicata, un alto essere di bellezza. Fischi di morte e circoli di musica ovattata fanno sorgere, adorare e tremare questo corpo adorato come uno spettro; ferite scarlatte e nere scoppiano nella carne superba. I colori della vita si scuriscono, danzano ed emergono intorno alla visione, sul sito. E i brividi aumentano e rimbombano, e il sapore frenetico di questi effetti è carico dei fischi mortali e delle musiche rauche che il mondo, molto dietro di noi, lancia sulla nostra madre di bellezza, - lei indietreggia, si alza. Oh! le nostre ossa sono ricoperte da un nuovo corpo amorevole.tt
O la faccia cinerea, la cresta di crine di cavallo, le braccia di cristallo! il cannone su cui devo cadere attraverso la mischia di alberi e aria leggera!

Poèsie en traduction

Poesia in traduzione

Translated Poetry

Photo by VisionPic .net on Pexels.com

LGBT Romance Deals 6/19 — LGBT Romance Deals

SPOTLIGHT: Longing (Unexpected Attraction) by Jaylen Florian It was only supposed to be physical… Two tough and formidable men attempt a casual understanding and freewheeling approach to male bonding. They begin to hook up, now and then, no strings attached. But when sparks extend beyond the bedroom, these lonely men are challenged to the breaking […]

LGBT Romance Deals 6/19 — LGBT Romance Deals

Rainbow Tweets #16 – Collective Writing Challenge

🇬🇧 Each week a photo prompt will be provided for you to tell a story in 280 characters or less. Post your little story/entry inspired by the picture in the comments of this post, in the format you prefer (prose, poetry, picture, etc) and using the language of your choice. You can choose to add to an existing story or to start a new entry. This is an experiment around collective writing and micro fiction. Have fun with it!

🇮🇹 Ogni settimana verrà fornita una foto per raccontare una storia in 280 caratteri o meno. Pubblica la tua storia breve ispirata dall’immagine nei commenti di questo post, nel formato che preferisci (prosa, poesia, immagine, ecc.) e nella la lingua che preferisci. Puoi scegliere di aggiungere una storia esistente o iniziare con un nuovo commento. Questo è un esperimento di scrittura collettiva e micro fiction. Buon divertimento!

This week’s picture is:

Photo by Sharon McCutcheon on Pexels.com

Rainbow Tweets #1

Rainbow Tweets #2

Oh to be idle loving idleness! by Pessoa

Fernando Pessoa

from «35 Sonnets». 1918, in Poemas Ingleses. by Fernando Pessoa – translated into Italian by Enzo Martinelli

🇬🇧

Oh to be idle loving idleness!
But I am idle all in hate of me;
Ever in action's dream, in the false stress
Of purposed action never act to be.
Like a fierce beast self-penned in a bait-lair,
My will to act binds with excess my action,
Not-acting coils the thought with raged despair,
And acting rage doth paint despair distraction.
Like someone sinking in a treacherous sand,
Each gesture to deliver sinks the more;
The struggle avails not, and to raise no hand,
Though hut more slowly useless, we've no power.
Hence live I the dead life each day doth bring, 
Repurposed for next day's repurposing.

🇮🇹

Oh, essere ozioso amando l'ozio!
Ma sono ozioso nell'odio per me stesso;
sempre nel sogno dell'azione, nel falso stress
di azione intenzionale non agire mai per essere.
Come una bestia feroce condottasi in un covo di esche,
la mia volontà di agire vincola in eccesso la mia azione,
Il non agire avvolge il pensiero con rabbia disperata,
e la rabbia recitante dipinge la distrazione della disperazione.
Come qualcuno che affonda in una sabbia insidiosa,
ogni gesto per sfuggire più affonda;
La lotta non aiuta, e non per alzare la mano,
sebbene alloggi più lentamente vana, non abbiamo potere.
Quindi vivo ogni giorno la vita morta che si offre,
Riproposta per il suo riutilizzo il giorno successivo.

Poesia in traduzione

Translated poetry

Create your website at WordPress.com
Get started